ELETTROMOBILITÀ.

elettromobilità mini – autonomia – fase

NON FERMATEVI, LA STRADA VI ATTENDE.

Come aumentare l’autonomia.
mini electric – linea di separazione – logo electric

QUALI FATTORI INFLUISCONO SULL’AUTONOMIA?

elettromobilità mini – autonomia – illustrazione

DIMENSIONI BATTERIA.

In generale, maggiore è la capacità della batteria, più a lungo si può guidare. Tuttavia, questa è solo parte della storia.

Le batterie sono il componente più pesante e costoso di un veicolo elettrico. Si giunge a un punto critico in cui una batteria più grande richiede un motore più potente per raggiungere lo stesso livello di accelerazione, nonché un telaio e freni più forti per controllare la velocità, il peso e lo slancio. È quindi fondamentale trovare un equilibrio ottimale tra peso e portata, per ottenere la massima efficienza ed efficacia dalle risorse che utilizziamo.

elettromobilità mini – autonomia – dimensioni batteria
Grey divider line

COME SI PUÒ PROLUNGARE LA DURATA DELLA BATTERIA DELL’EV?

Occorre evitare di tenere l’auto ferma con la batteria interamente carica o completamente esaurita. L’ideale sarebbe tenere la SOC tra il 20 e l’80%, specialmente per gli intervalli di inattività particolarmente lunghi, effettuando la carica integrale solo per viaggi su lunghe distanze.

È preferibile impiegare il meno possibile i caricatori rapidi (DCFC). Alcuni cicli di lavoro a uso intenso richiederanno una ricarica più veloce ma, nel caso di ricariche notturne, per la maggior parte delle esigenze dovrebbe essere sufficiente il tipo 2.

Non si può controllare il clima, ma occorre fare il possibile per evitare temperature estremamente elevate, quantomeno cercando di parcheggiare all’ombra, nelle giornate molto calde.

Grey divider line
elettromobilità mini – autonomia – fattori esterni

MINI Cooper SE 3 door :

Consumo elettrico (ciclo misto WLTP): 15,2 - 15,8 kWh/100km disclaimer Official Petrol Equivalent: 1,67 - 1,74 l/100 km Emissioni di CO2 (ciclo misto WLTP): 0 g/km disclaimer Equivalente ufficiale di CO2: 11,1 - 11,53 g/km Consumo elettrico (ciclo misto WLTP): 226 - 234 km disclaimer

FATTORI AMBIENTALI.

Un certo numero di fattori può influenzare l’autonomia di un veicolo elettrico.

  • Vento
  • Velocità (vento di testa)
  • Aerodinamica
  • Finestre e tetto panoramico
  •  Temperatura
  •  Densità dell’aria (può avere effetti sulla batteria)

Anche se fattori identici possono influenzare qualsiasi veicolo, indipendentemente dalla trasmissione, l’effetto può essere molto più evidente sui veicoli elettrici.

Le trasmissioni elettriche sono molto efficienti per natura: raggiungono un «tank-to-wheel» fino all’80% (rispetto ad appena il 15% per i motori a combustione convenzionali). Ogni piccolo cambiamento, tuttavia, si manifesta nel consumo complessivo. L’apertura dei finestrini e del tettuccio interrompe il flusso d’aria che aumenta la resistenza. Tuttavia, se si vuole usare l’aria condizionata, potrebbe esserci un conflitto in termini di efficienza. Come regola generale, nei centri abitati generalmente è più efficiente abbassare i finestrini. Mentre in autostrada è meglio chiudere il tettuccio e i finestrini e utilizzare l’aria condizionata.

elettromobilità mini – linea di separazione

COME GUIDARE IN MODO EFFICIENTE.

GUIDARE CON LUNGIMIRANZA.

Recupero.
I veicoli all-electric e gli ibridi plug-in possono entrambi utilizzare i propri motori elettrici per decelerare e convertire l’energia cinetica in energia elettrica per la batteria. Questo processo di frenata rigenerativa è chiamato recupero.

Guida a un pedale.
MINI Electric offre la possibilità di guidare con un solo pedale. Se si preme il pedale del «gas» si accelera. Sollevando il piede si frena. Non si tratta di una frenata a quattro ruote, ma di una decelerazione costante amplificabile, se necessario, con il pedale del freno.

In generale, per sfruttare al massimo ogni watt, è necessario cercare di decelerare il più possibile senza usare il pedale del freno. Questa generazione di energia migliora l’efficienza del carburante e assicura che tutta la potenza del motore sia disponibile per l’accelerazione. È una buona idea fare uno o due giri in più per sperimentare questo recupero e non utilizzare il pedale del freno.

elettromobilità mini – autonomia – guidare con lungimiranza
elettromobilità mini – autonomia – mini electric vista posteriore

MINI Cooper SE 3 door :

Consumo elettrico (ciclo misto WLTP): 15,2 - 15,8 kWh/100km disclaimer Official Petrol Equivalent: 1,67 - 1,74 l/100 km Emissioni di CO2 (ciclo misto WLTP): 0 g/km disclaimer Equivalente ufficiale di CO2: 11,1 - 11,53 g/km Consumo elettrico (ciclo misto WLTP): 226 - 234 km disclaimer

LA GUIDA È MORBIDA.

La guida aggressiva – accelerazioni rapide e frenate brusche – spreca energia. Anche con frenata rigenerativa, il sistema può recuperare solo una parte della potenza. Per utilizzare l’energia in modo efficiente basta rilassarsi, godersi la dinamica fluida e scivolare attraverso la città.

UTILIZZATE LE MODALITÀ DI GUIDA.

Ogni modalità di guida regola il sistema in modo diverso per aumentare il risparmio di carburante o le prestazioni a seconda della selezione effettuata. È una buona idea fare qualche giro per familiarizzare con le caratteristiche delle diverse modalità di guida e approfittare delle opzioni. Tutte le MINI elettriche sono dotate di modalità di guida.

elettromobilità mini – autonomia – modalità di guida
mini electric – linea di separazione – logo electric

COME PIANIFICARE UN VIAGGIO PIÙ LUNGO.

elettromobilità mini – autonomia – illustrazione

IMPARATE A CONOSCERE I VOSTRI PERCORSI.

Controllate le stazioni di ricarica lungo il percorso. 
Prima di partire, consultate una mappa di ricarica (ad esempio MINI Charging), per avere una panoramica delle vostre opzioni. Includete tempo per ricaricare nei vostri itinerari. Idealmente, potreste pianificare le vostre pause di ricarica per adattarle alle vostre abitudini, come pause o pranzi.

Meno è meglio. 
Ricaricare una volta in più tra il 10% e l’80% è di solito più efficiente che aspettare una carica completa una tantum.

elettromobilità mini – autonomia – pianificazione percorso
elettromobilità mini – autonomia – presa elettrica

TRANQUILLITÀ.

Compatibilità.
MINI COOPER SE 3 DOOR è dotata di una presa CCS, che la rende compatibile praticamente con qualsiasi stazione di ricarica pubblica in Europa.

Mappa di ricarica in auto.
La mappa di ricarica nel sistema di navigazione di ogni MINI elettrica offre una panoramica di tutte le stazioni di ricarica compatibili e visualizza tutte quelle a portata di mano. Vi condurrà in qualsiasi momento alla stazione di ricarica successiva. 

LA VOSTRA CARTA SEMPRE A PORTATA DI MANO.

MINI Charging vi dà accesso a oltre 100’000 punti di ricarica in tutta Europa. È possibile attivare comodamente il processo di ricarica con il proprio smartphone o la carta RFID.

Fate clic qui sotto per trovare maggiori informazioni di fatturazione e consultare una mappa interattiva di tutte le stazioni di ricarica.

elettromobilità mini – autonomia – charging card
elettromobilità mini – linea di separazione

DOMANDE FREQUENTI.


MINI CHARGING.

DOVE TROVO LE STAZIONI DI RICARICA MINI CHARGING?

Il sistema di navigazione MINI offre accesso diretto a tutte le stazioni di ricarica della rete MINI Charging. È possibile inoltre cercare le stazioni di ricarica: quando si imposta «stazioni di ricarica» come destinazione speciale nel proprio sistema di navigazione, vi sarà presentato un elenco di stazioni di ricarica vicino a voi. L’app MINI Charging offre un’altra opzione, consentendovi di accedere a un elenco di tutte le stazioni di ricarica disponibili sul proprio smartphone.

COME FUNZIONA LA RICARICA PRESSO UNA STAZIONE DI RICARICA?

Per sbloccare le stazioni di ricarica e avviare il processo di ricarica è possibile utilizzare la mappa MINI Charging o l’app MINI Charging. Alcune colonne di ricarica possono essere azionate tramite l’app MINI Charging. L’app, che dispone di uno scanner di codici QR integrato, è semplice da utilizzare e da installare. Per farlo, basta scaricare l’app, inserire il proprio numero di contratto MINI Charging e il proprio PIN.

COME SI PAGA?

Il veicolo viene ricaricato senza utilizzare contanti: è possibile pagare comodamente con un addebito diretto mensile sul proprio conto. Il vostro conto online MINI Charging fornisce una panoramica costante dei processi di ricarica e dei costi.

QUAL È IL PROCEDIMENTO PER RICARICARE?

  1. Spegnere il motore e azionare il freno a mano.
  2. Se necessario, impostare la corrente prima della ricarica.
  3. Non utilizzare cavi di prolunga.
  4. Collegare e scollegare il cavo di ricarica sempre in questo ordine:

 

Collegamento:

1. Collegare alla presa.

2. Collegare alla vettura.

Scollegamento:

1. Scollegare dalla vettura.

2. Scollegare dalla presa.

Luci LED:

  • Luce bianca: luce di segnale
  • Luce rossa: errore di ricarica
  • Luce arancione: inizializzazione
  • Luce blu: ricarica attiva
  • Luce verde: ricarica completata

 

5. Chiudere a chiave la vettura. La procedura di ricarica avrà inizio solo quando la vettura sarà chiusa a chiave.

ESISTE UNA DIFFERENZA TRA LA RICARICA CON CORRENTE ALTERNATA (CA) E LA CORRENTE CONTINUA (CC)?

Ricarica normale con corrente alternata (CA):

Carica l’auto in modo efficiente, principalmente durante la notte ma anche durante il giorno. Rispetto a una presa di corrente domestica, una stazione di ricarica CA fornisce più potenza e può caricare la batteria in poche ore. Questo tipo di stazione di ricarica viene chiamato sinteticamente stazione di ricarica CA.

Ricarica rapida con corrente continua (CC):

Le stazioni di ricarica rapida CC sono l’opzione migliore quando è necessario caricare velocemente la propria auto. Possono ricaricare la batteria del veicolo rapidamente: mentre si va a fare la spesa o si mangia qualcosa al volo, ad esempio. Il processo di ricarica dura tra i 30 e i 40 minuti. Questo tipo di stazione di ricarica viene chiamato sinteticamente stazione di ricarica CC.

CHE COSA DEVO FARE SE MI OCCORRE AIUTO IN CASO DI PROBLEMI ALLA COLONNA DI RICARICA?

Per maggiori informazioni consultare minicharging.chargemasterplc.com

Attenzione: in caso di problemi con la colonna di ricarica, contattare l’operatore della colonna di ricarica. Il numero di contatto si trova di solito sulla colonna di ricarica.

CONTATTARE UN PARTNER?

No tel. servizio clienti MINI: 0844 280 280

E-mail: info.mini@bmw.ch

Orari di apertura: dalle 09.00 alle 18.00, da lunedì a venerdì

STANDARD AMBIENTALI E SOCIALI NELLA RETE DI FORNITORI.

QUALI SONO LE PRINCIPALI MATERIE PRIME UTILIZZATE PER LO STOCCAGGIO DELL’ALTA TENSIONE PER LA MINI COOPER SE E COSA FATE PER GARANTIRE CHE VENGANO APPROVVIGIONATE IN MODO RESPONSABILE?

Le principali materie prime per lo stoccaggio dell’alta tensione sono cobalto, litio, grafite e nichel. Il guscio della batteria ad alta tensione è in alluminio. MINI (BMW Group) si impegna ad allestire una catena di fornitura che sia responsabile e sostenibile e che soddisfi i nostri elevati standard in termini di etica e diritti umani. Ogni fornitore designato deve fornire informazioni sull’implementazione di standard ambientali, sociali e gestionali, incluso il rispetto dei diritti umani e il divieto del lavoro forzato. Operiamo in stretta collaborazione con i fornitori di materie prime per garantire che tutti i materiali siano ottenuti in modo responsabile, sia per proteggere e valorizzare l’ambiente sia per garantire la sicurezza e il benessere dei dipendenti in qualsiasi punto della catena di fornitura. Continuiamo inoltre a ottimizzare le operazioni di logistica per ridurre l’impatto del trasporto dei componenti verso i nostri stabilimenti.

CONOSCETE LE FONTI DI QUESTE MATERIE PRIME E COME GARANTITE CHE I VOSTRI FORNITORI SODDISFINO I REQUISITI DI SOSTENIBILITÀ?

MINI (BMW Group) esamina l’origine delle nostre materie primi in maniera molto attenta e critica. Nel selezionare i fornitori aderiamo alla Guida dell’OCSE sul dovere di diligenza per la condotta d’impresa responsabile. Inoltre, vincoliamo i nostri fornitori diretti a soddisfare i nostri requisiti di sostenibilità con i loro stessi fornitori. La trasparenza della rete di fornitori costituisce la base che ci permette di garantire i nostri requisiti di sostenibilità per i nostri fornitori.

COME GARANTITE CHE IL COBALTO VENGA OTTENUTO IN MODO RESPONSABILE?

Insieme a BASF, Samsung SDI e Samsung Electronics, ci impegniamo a effettuare un’estrazione sostenibile del cobalto. In un progetto congiunto nella Repubblica Democratica del Congo, vogliamo capire come migliorare le condizioni di vita e di lavoro della popolazione locale. Al fine di prevenire o attenuare impatti nocivi e non deludere le aspettative della popolazione del Congo, abbiamo inoltre incaricato la German Society for International Cooperation (GIZ) GmbH di migliorare le condizioni lavorative nell’estrazione artigianale del cobalto in un progetto pilota avviato nella RD del Congo. Siamo consapevoli della nostra responsabilità nell’estrarre e lavorare le materie prime in condizioni normali. Siamo regolarmente sul posto, conosciamo le miniere e i metodi di lavoro dei nostri partner e garantiamo un risanamento pulito. Inoltre, per limitare in generale la necessità di materie prime cruciali come il cobalto, il BMW Group persegue l’obiettivo di aumentare la proporzione di cobalto riciclato nelle celle delle batterie.

QUALI AZIONI INTRAPRENDETE PER GARANTIRE CHE IL PROCESSO DI APPROVVIGIONAMENTO DELL’ALLUMINIO SIA EQUO E SOSTENIBILE?

Con il processo di approvvigionamento dell’alluminio, non acquistiamo solo per le nostre esigenze, ma anche per mettere a disposizione questo materiale ai nostri fornitori in modo affidabile e a prezzi calcolabili. Questo genera una maggiore sicurezza di pianificazione per entrambe le parti. Per poter soddisfare in futuro le nostre esigenze a lungo termine in ambito di alluminio prodotto in modo sostenibile, il BMW Group è stato il primo costruttore di automobili ad aderire all’Aluminum Stewardship Initiative, chiedendo attivamente la sostenibilità ecologica e sociale dell’alluminio certificato lungo tutta la catena di valore dell’alluminio, dalla miniera al riciclo. Ci adoperiamo inoltre per procurare più alluminio riciclato per i nostri processi di produzione. L’uso di materiali secondari ha un effetto positivo soprattutto sui seguenti aspetti della sostenibilità: la biodiversità, le emissioni di CO2 (in particolare nelle materie prime che richiedono molta energia per la produzione come l’alluminio, l’acciaio e il rame) e la riduzione dei rifiuti. La quota media di alluminio secondario utilizzato nelle nostre vetture è del 20%. Per le leghe di fusione di alluminio è del 40%. Collaboriamo con l’Aluminum Stewardship Initiative per la certificazione dei nostri partner per l’alluminio in conformità con gli standard di sostenibilità qui delineati. Per ulteriori informazioni visitare aluminium-stewardship.org

DA DOVE PROVIENE IL VOSTRO LITIO E IN CHE MODO MANTENETE UN PROCESSO DI APPROVVIGIONAMENTO SOSTENIBILE?

Il litio utilizzato nei componenti della MINI Cooper SE proviene dall’Australia. L’estrazione viene effettuata in giacimenti di roccia dura, che sono soggetti ai più elevati standard in termini di sostenibilità. Il BMW Group continua a condurre ricerche su come reimpiegare materiali come il litio mediante il riciclo delle batterie: ad esempio, con la rigenerazione o i concetti di «circuito chiuso».

QUALI AZIONI INTRAPRENDETE PER GARANTIRE CHE I VOSTRI FORNITORI SODDISFINO I REQUISITI DI SOSTENIBILITÀ?

Ottenere la massima visibilità per la nostra catena di fornitura ci aiuta a identificare i problemi in loco e a gestirli in modo efficace, spesso in collaborazione con i nostri fornitori e altre parti interessate. L’aumento della trasparenza e dell’efficienza delle risorse nelle nostre catene di fornitura è basato sulla conformità con gli standard ambientali e sociali definiti negli standard di sostenibilità per la rete di fornitori del BMW Group. Nella propria offerta, ciascun fornitore deve tenere in considerazione i requisiti di sostenibilità del BMW Group. Inoltre, siamo guidati da standard internazionali come le linee guida dell’Iniziativa del Patto Mondiale delle Nazioni Unite (Davos, 01/99) e la «Dichiarazione sui principi fondamentali e i diritti sul posto di lavoro» (Ginevra, 06/98), l’Organizzazione internazionale del lavoro (OIL) e il loro processo di attuazione del dovere di diligenza con i requisiti dei «Principi guida delle Nazioni Unite sulle Imprese e i Diritti umani».

A CHE PUNTO LA MINI COOPER SE DIVENTA PIÙ ECOLOGICA DELLA MINI COOPER S?

L’ecologicità di qualsiasi vettura elettrica dipende dalla fonte da cui proviene l’elettricità di rete che alimenta la batteria. Un altro aspetto che riguarda l’impronta di CO2 relativa al ciclo di vita è l’energia utilizzata per produrre il pacco batteria. Tenendo presente ciò, i test hanno dimostrato che, se la MINI Cooper SE viene ricaricata con un mix di elettricità rinnovabile, risulta in pareggio o ha «smaltito» la CO2 rilasciata durante la sua produzione dopo ca. 19’000 km. Nell’arco di un intero ciclo di vita, le emissioni di una MINI Cooper SE sono il 40% (mix UE) e il 70% (mix rinnovabile) rispetto a quelle di una MINI Cooper S alimentata a benzina. Ciò significa che, con le distanze che si percorrono solitamente ogni giorno, occorrono solo 12 mesi di guida affinché la MINI Cooper SE compensi le emissioni supplementari responsabili del riscaldamento globale generate dalla sua produzione.

elettromobilità mini – linea di separazione
elettromobilità mini – panoramica
ELETTROMOBILITÀ.

L’ELETTRIFICAZIONE DELLA GUIDA.

L’elettrificazione della trasmissione è la mobilità del futuro. Diamo un’occhiata ai diversi sistemi MINI e impariamo alcuni termini comuni.
elettromobilità mini – ricarica
RICARICA.

A CASA E IN VIAGGIO.

È possibile «fare il pieno» con il «carburante» di cui si ha bisogno ogni volta che lo si desidera e ovunque ci si trovi.

mini electric – linea di separazione – logo electric